Privacy Policy Cookie Policy Detrazioni Fiscali 2020 - Control Calor

SCEGLI LA QUALITÀ IMMERGAS, SCOPRI E MOLTIPLICA IL RISPARMIO CON LE DETRAZIONI E INCENTIVI!

Sostituire la tua vecchia caldaia con un modello più efficiente è un intervento che oltre a garantirti 10 anni di garanzia gratuita ti consente di ridurre i costi della bolletta ed anche di beneficiare di agevolazioni fiscali o incentivi.

Fino al 31 dicembre 2020, infatti, puoi scegliere tra due possibili soluzioni (alternative fra loro):
DETRAZIONE 50% IRPEF (BONUS CASA) per ristrutturazioni edilizie e interventi finalizzati al risparmio energetico in immobili residenziali esistenti
DETRAZIONE 50%-65% IRPEF per le riqualificazioni energetiche degli edifici esistenti

In particolare, il PRIVATO (soggetto IRPEF), può accedere alle varie forme di agevolazione – alternative fra loro – ma deve tener conto di quanto segue!

1. Le Detrazioni fiscali (entrambe) riguardano edifici ed impianti esistenti (la prova dell’esistenza dell’edificio è fornita dall’iscrizione dello stesso in Catasto, oppure dalla richiesta di accatastamento, nonché dal pagamento dell’ICI/IMU, ove dovuta).

2. Per le Detrazioni fiscali (entrambe) la prima discriminante è legata alla capienza dell’IRPEF: si ha, infatti, diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’IRPEF dovuta per l’anno in questione; le eventuali somme eccedenti l’imposta non possono essere recuperate in alcun modo.

ESEMPIO: se la quota annua detraibile è di 1.200 euro e l’IRPEF nell’anno in questione ammonta a 1.000 euro, la parte residua della quota annua detraibile (200 euro) non può essere recuperata in alcun modo.

Il fatto che le Detrazioni fiscali:
● vadano ripartite su 10 anni,
● possano spettare anche ai familiari (ovvero il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado) conviventi, se sostengono le spese, può risultare quindi un vantaggio più che uno svantaggio!

Occorre anche considerare gli adempimenti (= burocrazia) e le spese di istruttoria previste per le varie agevolazioni:
● la Detrazione 50% BONUS CASA prevede (dal 2018) la redazione della c.d. “comunicazione ENEA”, piuttosto semplice;
● la Detrazione 50%-65% ECOBONUS prevede la redazione della c.d. “pratica ENEA”, in genere da parte del Progettista (fanno eccezione alcuni interventi);

N.B. Gli interventi di ristrutturazione dell’impianto di climatizzazione invernale richiedono comunque l’intervento del Progettista (per le pratiche edilizie, il progetto Legge 10, la redazione/aggiornamento dell’ACE-APE, …). Le spese del Progettista sono detraibili con entrambe le Detrazioni.

BONUS CASA ed ECOBONUS:
● sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale con caldaia a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione, mediante inserimento di valvole termostatiche a bassa inerzia termica (nel caso di impianti funzionanti ad alta temperatura).

BONUS CASA:
● sostituzione del vecchio generatore con caldaia ad ‘alto rendimento’ e/o miglioramento del sistema termoregolazione;
N.B. La semplice (mera) sostituzione del generatore di calore va effettuata nel rispetto della legislazione nazionale vigente in materia di sicurezza e risparmio energetico. È bene sottolineare che la legge prescrive, in caso di sostituzione, l’impiego di generatori più performanti e l’installazione di sistemi di regolazione per singolo ambiente o per singola unità immobiliare, assistita da compensazione climatica. A ciò si aggiunge l’obbligo di trattare l’acqua dell’impianto.
● installazione di sistema integrato, composto da caldaia a condensazione + pompa di calore + solare termico, sull’esistente (l’ECOBONUS, invece, incentiva il sistema integrato solo se si opta per l’intervento di riqualificazione globale di cui alla L. 296/06, art. 1, c. 344);
● installazione di impianto fotovoltaico fino a 20 kWp per uso domestico;
● sostituzione di scaldacqua elettrico con scaldacqua a gas.

DETRAZIONE 50% IRPEF (BONUS CASA) per ristrutturazioni e interventi finalizzati al risparmio energetico in immobili residenziali esistenti

RIFERIMENTO LEGISLATIVO: D.P.R. 917/86 e s.m.i., art. 16-bis.

VALIDITÀ: fino al 31 dicembre 2020 (proroghe annuali con la Finanziaria dell’anno di riferimento).
Questa detrazione – di cui possono beneficiare le persone fisiche (privati e condomini, soggetti IRPEF) – è applicabile non solo alle manutenzioni ordinarie/straordinarie o alle ristrutturazioni.
Il BONUS CASA si applica anche quest’anno alla realizzazione di “opere finalizzate al risparmio energetico” come, ad esempio, la sostituzione del vecchio generatore con una caldaia ad “alto rendimento” (convenzionale o a condensazione), nonché per l’adeguamento degli impianti gas esistenti.

Resta confermata la ripartizione in 10 anni della detrazione; i pagamenti delle spese relative all’intervento devono essere effettuati, come sempre, tramite bonifico (bancario o postale).

COMUNICAZIONE DEGLI INTERVENTI A ENEA
Dal 21 novembre 2018 è stato introdotto l’obbligo – retroattivo per il 2018 – di comunicare a ENEA i dati relativi agli interventi di ‘ristrutturazione edilizia’ che comportano risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili di energia (interventi diversi dall’Ecobonus), elencati nella Guida rapida Bonus Casa.
La trasmissione dei dati deve avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo, tramite l’apposito portale.

Interventi completati nel 2020

Per trasmettere all’ENEA i dati relativi agli interventi conclusi nel 2020 occorre utilizzare il portale http://bonuscasa2020.enea.it

L’Agenzia delle Entrate, con Risoluzione n. 46/E del 18/04/19, ha chiarito che la mancata o tardiva trasmissione a ENEA delle informazioni concernenti gli interventi edilizi che comportano risparmio energetico, obbligatoria per legge, non pregiudica il diritto alla Detrazione 50% Bonus Casa.

Si evidenzia che il procedimento è molto semplice ed è utilizzato da oltre 10 anni… in poche parole una Garanzia!!

DOCUMENTAZIONE UTILE
Documenti riassuntivi Immergas:
Vademecum ai principali adempimenti per la Detrazione 50% BONUS CASA
Dati tecnici caldaie a condensazione per pratica ENEA

Dichiarazioni Immergas:
Dichiarazione caldaie a gas per Bonus Casa – Detrazione 50%
– Dichiarazione caldaie a pellet LUXOR per Bonus Casa – Detrazione 50%
utili per l’ottenimento dell’agevolazione fiscale

DETRAZIONE 65% IRPEF per le riqualificazioni energetiche degli edifici esistenti

RIFERIMENTO LEGISLATIVO: Legge 296/06 e s.m.i., art. 1, commi da 344 a 347.

VALIDITÀ: fino al 31 dicembre 2020 (proroghe annuali con la Finanziaria dell’anno di riferimento).

La detrazione 65%  di cui possono beneficiare i privati, si applica a specifici interventi, fra i quali ricordiamo:

  • la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale con ​caldaia a condensazione di classe energetica A abbinata a sistema di termoregolazione evoluto o con pompa di calore ad alta efficienza e contestuale messa a punto / equilibratura del sistema di distribuzione

IMPORTANTE: dal 2018 l’installazione di caldaia a condensazione di classe energetica A non abbinata a a sistema di termoregolazione evoluto comporta un abbassamento della detrazione al 50%. E’ stato chiarito che ciò non riguarda gli impianti termici centralizzati, ai quali non risulta applicabile la termoregolazione evoluta di cui sopra.
Le caldaie a condensazione di classe energetica B non sono incentivate.

  • (NOVITA’ 2018) la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro
  • sostituzione di scaldacqua tradizionale con scaldacqua a pompa di calore dedicato alla produzione di acqua calda sanitaria
  • l’installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda.

Resta confermata la ripartizione in 10 anni della detrazione ed anche l’iter burocratico; i pagamenti delle spese relative all’intervento devono essere effettuati, come sempre, tramite bonifico (bancario o postale), se i richiedenti sono ‘persone fisiche’.

 

COMUNICAZIONE DEGLI INTERVENTI A ENEA

La trasmissione dei dati deve avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo, tramite comunicazione sull’apposito portale http://ecobonus2020.enea.it attivato il 25 marzo scorso.

Si evidenzia che il procedimento è semplice e il meccanismo di incentivazione introdotto con il Decreto del Febbraio 2007 è utilizzato da oltre 10 anni… in pratica nessuna sorpresa !

DOCUMENTAZIONE UTILE

Documenti riassuntivi Immergas:

Vademecum ai principali adempimenti per la Detrazione 65-50% Ecobonus

Dichiarazioni Immergas:

caldaie a condensazione per uso domestico

 pompe di calore AUDAX

– pompe di calore MAGIS PRO ErP

sistemi ibridi compatti

scaldacqua a pompa di calore RAPAX V2

solare termico

utili per l’ottenimento dell’agevolazione fiscale